Cosa fare nell'orto ad Agosto

 

 

"Chi dorme ad Agosto, dorme a suo costo"

 

 Proverbio popolare

 

 

 

Ad agosto i lavori nell’orto sono parecchi, molto faticosi e da eseguire con attenzione.

Bisogna irrigare con continuità, anche se verso la fine del mese potrebbero venirci in aiuto le prime piogge. Bisogna eseguire operazioni di scerbatura e sarchiatura, ovvero togliere le erbacce cresciute attorno alle piante per evitare che le infestanti diffondano i loro semi tutt’intorno. Bisogna continuare raccogliere gli ortaggi e la verdura matura, senza dimenticare di cominciare a dedicarsi alle colture autunnali. Bisogna aver cura di lavorare la terra, per prepararla ad accogliere le colture invernali e primaverili: dobbiamo ararla e vangarla in profondità, dopo averla arricchita con humus e materiale organico.

Notiamo subito il mutato aspetto del nostro orto: le ore di luce vanno diminuendo, le piante crescono meno rapidamente, il verde dei mesi precedenti comincia ad appassire, assumendo tinte giallo-arancioni. E’ ormai finita la maggior parte delle semine per l’anno in corso; possiamo però ancora seminare alcuni ortaggi, come gli spinaci invernali e il cavolo precoce.

Ciononostante, possiamo ancora raccogliere diversi prodotti: cicorie, peperoni, fagioli e fagiolini, cetrioli, zucchine, zucche, carote, cavoli cappucci e cavoli verza, melanzane, cocomeri, cipolle, lattughe, pomodori, patate, ecc.

Insomma, nell’orto c’è sempre da fare, d’altronde il lavoro del “contadino” non è tra i più facili e si sa che non va mai in vacanza, neppure ad agosto!

 

Semine:

  • Biete
  • Carote
  • Cicoria
  • Cipolle invernali
  • Fagiolini nani
  • Lattuga
  • Prezzemolo
  • Rapa
  • Radicchio
  • Ravanelli
  • Rucola
  • Spinaci
  • Valeriana

Trapianti:

  • Cavolfiori
  • Cavoli
  • Cavolo cappuccio
  • Finocchi
  • Sedano
  • Sedano Rapa
Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© Orti di Veio Via Giustiniana, 380 Roma

Chiama

E-mail

Come arrivare