Cosa fare nell'orto a Marzo

 

 

"Marzo asciutto e aprile bagnato, beato il villano che ha seminato"

 

 Proverbio popolare





 

La primavera è ormai alle porte, per il nostro orto è giunto il momento di dedicarsi alla semina degli ortaggi che si vorranno raccogliere nei mesi successivi, fino all'estate. Non è ancora scongiurata la possibilità di gelate improvvise, tuttavia, chi non ha mai coltivato un orto può cogliere l'occasione per iniziare, sono sufficienti pochi semi da interrare per dare il via ad una vera e propria passione. I vostri primi sforzi saranno ripagati nell'arco di poche settimane. Per il momento è consigliabile fare attenzione, e se nell’orto ci sono delle coperture, è meglio lasciare al loro posto; tutt’al più possiamo aprirli un po’ nelle ore calde, in modo da far arieggiare.

Possiamo cominciare a seminare svariati ortaggi, nel farlo sarebbe opportuno considerare la rotazione delle semine; regola generale è che nessuna coltivazione deve seguire se stessa e ripetersi sulla stessa particella di terreno. Questo perché ogni ortaggio assorbe elementi nutritivi dal terreno in modo selettivo esaurendone alcuni e permettendo l’accumulo di altri. Inoltre ogni ortaggio è attaccato da virosi e parassiti specifici, che possono instaurarsi nel terreno se si ripetono le condizioni che hanno reso possibile il primo attacco.

 

Semine:

  • Arachidi
  • Barbabietole
  • Biete
  • Carote
  • Cicoria
  • Cipolla
  • Fave
  • Lattuga
  • Patate
  • Piselli
  • Prezzemolo
  • Rapa
  • Ravanelli
  • Rucola
  • Scorzobiaca e Scorzonera
  • Spinaci
  • Valeriana

Trapianti:

  • Aglio
  • Asparago
  • Cavolo cappuccio
  • Lattuga cappuccio
  • fragole (protette)
Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© Orti di Veio Via Giustiniana, 380 Roma

Chiama

E-mail

Come arrivare