Cosa fare nell'orto ad Ottobre

 

 

"Se di Ottobre scroscia e tuona, l'invernata sarà buona"

 

Proverbio popolare

 

 

 

 

Ottobre segna la fine dei raccolti che riempiono il cesto fino a farlo traboccare, nei nostri orti alla fine di settembre i peperoni sono ancora nel pieno della produzione ma molti degli ortaggi seminati precocemente stanno già seccando, mentre quelli trapiantati in maggio o giugno potrebbero continuare la loro produzione fino a fine ottobre (i pomodori) o fino quasi a natale (i peperoni friggitelli) condizioni climatiche permettendo. Restano solo pochi frutti su piante a fine ciclo, mentre le verdure invernali devono ancora maturare. È tempo di iniziare a predisporre i lavori per il ciclo futuro, non dobbiamo tralasciare di rimpiazzare con delle verdure invernali tutti gli spazi vuoti che si vanno creando ma per prima cosa occorre procurarsi del concime.

Se il vostro orto è sempre arricchito da buon concime e ben lavorato, non sarà necessario lasciare a riposo gli spazi vuoti derivanti dalle coltivazioni più impegnative.

In questo mese si seminano gli ortaggi più resistenti al freddo, le verdure seminate da qui a novembre (come fave e piselli), saranno veramente le benvenute nei mesi di febbraio e marzo.

 

Semine:

  • Aglio in spicchi (protetta)
  • Asparagi (protetta)
  • Carote
  • Cime di rapa
  • Fave
  • Lattuga
  • Piselli
  • Prezzemolo
  • Rapa
  • Ravanelli
  • Rucola (protetta)
  • Spinaci
  • Valeriana

Trapianti:

  • Bieta a coste
  • Cavolfiori
  • Cavoli
  • Cavolo cappuccio
  • Cicoria
  • Cipolle in bulbo
  • Finocchi
  • Fragole
Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© Orti di Veio Via Giustiniana, 380 Roma

Chiama

E-mail

Come arrivare